Inside Judging: MONITOR JUDGE E RIDERS MEETING

Da ormai 3 anni a questa parte l’NRHA ha introdotto la figura del “Monitor Judge” negli eventi di categoria A e AA con Added Mo­ney più che significativi a partire dai 50.000 $ fino ad oltrepassare i 100.000 $.

La figura del Monitor ricopre vari ruoli durante lo svolgimento degli Show, a me piace definirlo come un ponte di collegamento tra il Team di Giudici e i concorrenti. Prima dell’i­nizio delle gare il monitor si mette a disposizione dei concorrenti attraverso il Riders Meeting per dare indicazioni non solo di tipo tecnico e di giudizio, ma anche logistico, in altre parole consiglia i concorrenti su come è buona norma comportarsi durante uno show e su come i Cavalieri possono aiutare l’organizzazione per rendere l’evento piacevole da vivere nel rispetto delle regole, del­le tempistiche e del programma , da spiegazioni nel caso in cui siano state introdotte nuove regolamentazioni e aiuta i concor­renti consigliando cosa la classe dei giudici apprezza o penalizza nell’esecuzione di un Run. Ho assistito a molti “Riders Meeting” tenuti durante gli eventi da stimati giudici di diverse nazionali­tà, tra cui il primo in assoluto tenutosi qui in Italia da Eugenio La­torre al Derby IRHA nel 2015 al Salone del ca­vallo di Reggio Emilia. I cavalieri erano incuriositi da questa nuova figura ,ma allo stesso tempo un po’ timorosi e titubanti nel fare RUBRICA DI UN GIUDICE NRHA/IRHA-FISE domande, forse perchè la figura del giudice è sempre stata vissuta durante le competizio­ni con distacco. Ricordate che il monitor lavora insieme al Team dei Giudici a vostro favore, con un attento e continuo controllo sul giudizio dei run e sull’applicazione delle penalità, mantiene compatta la squadra giudici assicurandosi che il team lavori in ar­monia e in continua cooperazione, con l’unico obbiettivo di tenere alta la qualità del giudizio per una maggior tutela dei concorrenti. A fronte di tutto ciò mi sento di potervi dare un consiglio, sfruttate la figura del monitor, non sapete quanti dubbi e che buoni consigli vi può dare per migliorare le vostre performance durante eventi così importanti, non abbiate paura di chiedere spiegazioni su un punteggio che non vi sembra adeguato, rimuginare su uno score card che non vi soddisfa e chiedere pareri agli amici non porta a niente di costruttivo, il monitor è l’unica persona, durante uno Special Event, che vi può sbloccare illuminandovi su concetti da voi fissati in maniera lacunosa. Concludo dicendo che quello del Giudice e del Monitor è un vero e proprio lavoro, che viene fatto con passione e dedizione, i giudici vengono formati per far si che il Reining più bello e di qualità venga valorizzato, vi invito perciò a sforzarvi di capire cosa ci può essere stato di positvo o negativo nel vostro pattern, leggendo lo score card che rimarca tutto ciò che è stato elabo­rato e interpretato da chi è stato attentamente prepara­to per farlo.

MANUELA MAIOCCHI